Bacchette magiche Harry Potter

Pubblicato il : 17/05/2017 13:07:59
Categorie : Bacchette Harry Potter

bacchetta magica di harry potter

Indice:

1) Tutte le caratteristiche delle bacchette  

2) La bacchetta di Harry Potter: un'insolita ambivalenza

3) Tutte le curiosità riguardanti le bacchette 

Le Bacchette Magiche di Harry Potter: tutte le caratterisitche

La bacchetta magica di Harry Potter è come tutti gli strumenti di magia misteriosa, potentissima e ricca di mistero.

La bacchetta di Harry Potter ha alcune caratteristiche che la contraddistinguono e ne determinano il suo potere, la tipologia di legno da cui è costituita, la lunghezza , la flessibilità e l'anima o nucleo magico che alberga al suo interno.

La bacchetta di Harry Potter ha una lunghezza di 12 pollici, una misura media considerando che questo bastoncino si aggira tra 11 ai 25 pollici. Ppare che ogni bacchetta abbia una misura che rispecchia l 'altezza del suo padrone. Si, parliamo di padrone perchè la bacchetta magica di Harry Potter come tutte le bacchette è senziente e sceglie il mago che crescerà con lui.

Ogni bacchetta magica ha il suo mago, ad esempio la bacchetta di Sambuco è di Albus Silente, ed evolverà e potenzierà con lui la sua forza. Non tutti i legni sono adatti per divenire strumenti di magia come non tutti gli uomini hanno in se il dono dell'occulto. Uno dei costruttori più noti di bacchette, Olivander, scrisse tantissimi appunti a riguardo e studiò a lungo ogni tipologia di legno, indicando con dovizia di particolari le caratteristiche di ciascuno.

Grazie agli studi di Olivander sappiamo infatti che le bacchette variano molto tra loro per quanto riguarda la lunghezza, la flessibilità, il materiale e il nucleo. Tra i tanti legni utilizzati per fabbricare bacchette magiche, i principali sono: l’agrifoglio (Harry Potter), il biancospino (Draco Malfoy), il salice (Ron Weasley), il sambuco (Albus Silente), il tasso (Voldemort) e la vite (Hermione).

Un aspetto ancora più importante delle bacchette è il loro nucleo. In base al loro “cuore” infatti possono assumere particolari caratteristiche, vediamo brevemente alcune caratteristiche dei principali nuclei:

  • Crine di Unicorno: Le bacchette di Harry Potter con il nucleo di Crine di Unicorno hanno come caratteristica principale la stabilità degli incantesimi da esse lanciati. Sono meno soggette a blocchi e più resistenti alla conversione alle arti oscure. Le bacchette con questo nucleo sono tra le più fedeli al loro primo proprietario.
  • Corde di Drago: Le bacchette di Corde di Drago in Harry Potter sono famose per la loro potenza e per la spettacolarità degli incantesimi da esse lanciati. Queste bacchette risultano essere estremamente potenti e sono propense a imparare e ad adattarsi al possessore con maggiore rapidità. Tuttavia, al contrario delle bacchette con nucleo di Unicorno, possono essere estremamente infedeli, cambiando personalità in caso di sconfitta del proprietario. Anche per questo motivo, le bacchette di Corde di Drago, forgiate dal cuore di un drago, spesso risultano le più inclini ad una conversione alle Arti Oscure. Per questo vengono considerate bacchette “lunatiche” e, a volte, inclini al caos.
  • Piume di Fenice: La bacchetta di Harry Potter originale ha il nucleo in Piume di Fenice e rappresenta la tipologia più rara in assoluto. Questo tipo di nucleo permette di sviluppare un potenziale magico al di là di ogni immaginazione. A volte hanno bisogno di tempi più lunghi per assestarsi. Il grande spirito di iniziativa che caratterizza queste bacchette, le porta spesso a far emergere la loro spiccata volontà, anche a discapito del volere del possessore. Come le fenici da cui provengono, sono spesso bacchette indipendenti, ardue da controllare e che necessitano tempo per la scelta del mago. 

Bacchetta magica di Harry Potter: un'insolita ambivalenza

La bacchetta magica di Harry Potter è in Agrifoglio un legno molto raro ed imprevedibile. Questo legno da sempre è associato alla magia ed a credenze popolari. Viene considerato amuleto delle streghe e simbolo di protezione fin dalle popolazioni celtiche. Utilizzato come mezzo di protezione, veniva difatti appeso al di fuori delle dimore per scacciare gli spiriti maligni.Non è insolito che questa bacchetta scelga come padrone un mago che dovrà affrontare grandi imprese ed avventure.

La potenza magica di ogni bacchetta è infine determinata dalla sua anima. la bacchetta di Harry ha un nucleo di Fenice e agrifoglio, due elementi in antitesi, difficilissima da contenere ed al contempo estremamente potente.

La bacchetta magica di Harry Potter è solo per i più abili dei maghi

Solo maghi veramente esperti possono gestire l'ambivalenza che alberga in questa bacchetta. Ad esempio Harry Potter e Lord Voldemort. Si narra che la bacchetta magica quando finalmente trovi il suo padrone sprigioni segni evidenti della sua magia. Si noteranno scintillii e manifestazioni della sua potenza e che contemporaneamente il mago provi un inspiegabile senso di calore alla mano. 

Le bacchette di Harry Potter sono parte della collezione di gadget ufficiali Harry Potter presenti sullo store di Vendilo, visita la collezione e trova tutti i prodotti tratti dalla saga.

Bacchette di Harry Potter: tutte le curiosità su strumenti magici e incantesimi.

La saga di Harry Potter appassiona milioni di persone in tutto il mondo. In gran parte ciò è dovuto ai suoi colpi di scena, tra lotte, magie e incantesimi. Alcuni fan del franchise si sono divertiti a ricercare alcuni interessanti dati sull’uso delle bacchette e sugli incantesimi lanciati nel corso di tutti i libri, dal primo all’ultimo. Ecco quindi alcune curiosità per i veri appassionati:

  •  Nell’arco dell’intera saga di Harry Potter, assistiamo a ben 763 usi della bacchetta da parte dei personaggi.
  • In queste 763 volte in cui sono state utilizzate le bacchette, sia da insegnanti sia da alunni, sia dai “buoni” che dai “malvagi”, la percentuale di riuscita degli incantesimi durante tutta la saga si assesta sull’80%, ovvero 4 incantesimi riusciti su 5.
  • Il libro che contiene il maggior numero di incantesimi falliti, ben il 35% è Harry Potter e la Camera dei Segreti.
  • Il libro Harry Potter e i Doni della Morte ha il primato di incantesimi lanciati, con ben 247 in tutto il libro. Tuttavia, il capitolo che contiene al suo interno più incantesimi lanciati appartiene ad un altro libro, ed è il Capitolo 28 di Harry Potter e il principe Mezzosangue. In questo capitolo infatti, vengono lanciati in media 1,75 incantesimi per ogni pagina!
  • Alcuni fan hanno anche messo a confronto gli incantesimi lanciati da diverse famiglie, come per esempio i Weasley e i Malfoy. Nel confronto tra queste due famiglie, i Weasley escono vincitori per numero di incantesimi lanciati, con ben 85 contro 13 dei Malfoy. Tuttavia, la famiglia Malfoy risulta nettamente più “efficace” e “determinante” con una percentuale di incantesimi riusciti dell’83% contro il 69% degli Weasley.
  • Gli incantesimi più lanciati, e quindi le parole che compaiono più spesso, durante tutta la saga sono: Stupeficium; Expecto Patronum; Expelliarmus; Accio e Lumos.
  • I 7 maghi che in tutta la saga lanciano il maggior numero di incantesimi sono nell’ordine: Harry Potter (209), Hermione Granger (86), Albus Silente (60), Piton (43), Ron Weasley (39) , Lord Voldemort (37) e Molly Weasley (25).
  • Le bacchette di Harry Potter sono parte della collezione di gadget ufficiali Harry Potter presenti sullo store di Vendilo, visita la collezione e trova tutti i prodotti tratti dalla saga.
  • La bacchetta sceglie il mago. Le bacchette sembrano strumenti quasi-senzienti, in grado di rilevare le proprie capacità, i propri caratteri, i propri bisogni, le proprie debolezze, le proprie ambizioni e potenzialità. Un mago o una strega possono scegliere di comprare una bacchetta che non li ha scelti, ma non possono aspettarsi che funzioni correttamente.
  • Stranamente e in maniera piuttosto interessante, Lord Voldemort e Ginny Weasley condividono lo stesso legno di bacchetta, tasso, che si dice favorisca sia i Maghi Oscuri che i feroci protettori degli altri, e non scelga mai un mago mediocre o debole.
  • Lily Potter e Ron Weasley condividono la stessa bacchetta di legno, salice, che si dice favorisca maghi che hanno delle insicurezze nascoste e non sono arroganti.
  • Merlin e Rubeus Hagrid condividono la stessa bacchetta di legno, la quercia, che è conosciuta come "Il re della foresta".
  • Anche se le bacchette di Ollivander hanno solo nuclei di piume di fenice, crine di unicorno o corde del cuore di drago, molti altri nuclei sono stati usati nelle creazioni di" wandmaking" nel corso dei secoli: capelli vergini (la Bacchetta di Elder), capelli di Veela (ad esempio la bacchetta di Fleur Delacour), Baffo di troll (es. Bacchetta di Sir Cadogan), corallo, gambo dittano, piuma di coda di tufo, pelo di gatto Wampus, colonna vertebrale di White River Monster, capelli di Rougarou, corno di serpente cornuto, cordone del cuore di snalgatore, corno di jackalope e corno di basilisco (bacchetta di Salazar Serpeverde).
  • Due bacchette non sono mai esattamente uguali, anche se condividono la stessa bacchetta di legno e bacchetta. La relazione più stretta possibile è quella "fraterna", che esiste tra due bacchette i cui nuclei provengono dallo stesso essere magico, ad es. due piume della stessa fenice o due peli dello stesso unicorno. Le bacchette di Lord Voldemort e Harry Potter sono le uniche "gemelle" che conosciamo, entrambi con una piuma di fenice, la fenice di Silente. Due bacchette gemelle non possono combattersi e, se sono costrette a farlo, il fenomeno di Priori Incatatem ha luogo.
  • Le bacchette del trio hanno ognuno dei tre diversi core utilizzati da Olivander: la bacchetta di Harry ha una piuma di fenice, Ron ha un pelo di unicorno e Hermione ha un cuore di drago.
  •  Le bacchette dei campioni dei Tremaghi hanno tutte un nucleo diverso: la bacchetta di Harry ha una piuma di fenice, Cedric ha un pelo di unicorno, Victor Krum ha un cuore di drago e Fleur ha un pelo di Veela. Cedric è l'unico a morire, confermando il proverbio di Ronan che dice "gli innocenti sono le prime vittime".
  • La bacchetta più lunga è lunga 18 " e appartiene alla famiglia Malfoy; Voldemort la prese dal suo ultimo proprietario, Lucius Malfoy. La usò nella Battaglia contro Potter, dove fu spezzata. La seconda bacchetta più lunga è quella di Hagrid, lunga 16 ". La bacchetta più corta è lunga 8 "e appartiene a Dolores Umbridge. Esiste una certa analogia tra la propria statura (e anche la personalità e lo status sociale / magico, possibilmente) e la lunghezza della propria bacchetta.
  •  Una delle cose più complesse di Wandlore è lo studio della fedeltà delle bacchette. Alcuni si piegano abbastanza facilmente a un nuovo maestro, altri sono ferocemente leali e altri possono cambiare la loro fedeltà in circostanze specifiche. The Elder Wand sembra essere l'unico che è desideroso di abbandonare (o addirittura tradire) il suo proprietario e aggrapparsi a uno nuovo, purché il maestro dell'annullato sconfigga l'instabilità precedente e il tradimento sia l'essenza del potere, che il Vecch
  • i maghi noti per avere queste bacchette.
  •  Non sappiamo quali bacchette usavano Albus Silente e Severus Piton, nonostante fossero due dei personaggi più importanti. Silente ha usato la Bacchetta di sambuco più tardi nella sua vita, probabilmente mettendo da parte quella originale; La bacchetta di Snape è terra incognita.
  • io Bacchetta per eccellenza simboleggia.
  • le bacchette crine d'unicorno sono le più difficili da plagiare alle arti oscure; i proprietari conosciuti includono Ron e Charlie Weasley, Neville Longbottom, Remus Lupin, Cedric Diggory e Sybill Trelawney. Tuttavia, Quirinus Quirell e Draco Malfoy avevano anche bacchette crine d'unicorno, anche se si può dire che nessuno dei due, specialmente Draco, era intrinsecamente o profondamente malvagio.
  • Le bacchette magiche cuore di drago sono le più facili da usare per le arti oscure e sono anche le più potenti; i proprietari conosciuti includono Hermione Granger, Bellatrix Lestrange, Peter Pettigrew, Minerva McGonagall, Lucius Malfoy, Horace Slughorn, Gilderoy Lockhart, Victom Krum, Garrick Ollivander e Dolores Umbridge.
  •  Le bacchette di piuma di Phoenix sono quelle che portano i loro proprietari alla più ampia gamma di magia e sono anche le più rare. Harry Potter, Lord Voldemort, Silvanus Kettleburn e Celestina Warbeck sono gli unici maghi noti per avere queste bacchette.
  •  Non sappiamo quali bacchette usavano Albus Silente e Severus Piton, nonostante fossero due dei personaggi più importanti. Silente ha usato la Bacchetta di sambuco più tardi nella sua vita, probabilmente mettendo da parte quella originale; La bacchetta di Snape è terra incognita.

Produits associés

Condividi

Prodotto aggiunto alla wishlist